Le Piante Ornamentali

AGERATO
ALISSO
BACOPA
BEGONIA
BIDENS FERULIFOLIA
BRACHYCOME
CALLA
CAVOLO ORNAMENTALE
CICLAMINO
COLEUS
CRISANTEMO
DAHLIA
DIASCIA
DIMORFOTECA
EURYOPS
FUCSIA
GAROFANO
GAZANIA
GERANIO EDERA
GERANIO MACRANTA
GERANIO PARIGINO
GERANIO ZONALE
GERBERA
GIRASOLE
HIBISCUS
IMPATIENS NUOVA GUINEA
INCENSO
KALANCHOE
LANTANA
LOBELIA
MARGHERITA
NEMESIA
ORTENSIA
PETUNIA
POINSETTIA - STELLA DI NATALE
PORTULACA
PRIMULA
ROSA
SALVIA SPLENDENS
TAGETE
VERBENA
VINCA
VIOLA DEL PENSIERO

DAHLIA

dahlia

La Dahlia proviene dal Messico ed era conosciuta già dagli Aztechi che la chiamavano cocoxochitil e ne usavano i tuberi come alimento. Il nome deriva dal naturalista svedeseAndrea Dahl ma è stata denominata anche “Giorgina” in memoria di Re Giorgio III D’Inghilterra che ne era un grande estimatore. Il genere Dahlia appartiene alla famiglia delleasteracee (composita) come le margherite o i crisantemi. Il nome scientifico "Dahlia variabilis" sta ad indicare la numerosissima varietà di forme e colori che possono assumere i fiori di questa pianta. La coltivazione si è diffusa in Europa a partire dal XVIII, con un grande diffusione verso la fine del ‘900, per poi sopire fino alla recente introduzione di nuovi ibridi di piccola taglia che possono essere coltivati in vaso. Esistono numerose specie e varietà, in particolare si possono distinguere due gruppi in base alle dimensioni :cultivar nane la cui altezza si aggira tra i 20 e i 60 cm. ideali per vasi e bordure e le cultivar grandi adatte per aiole le cui altezze raggiungono i 150 cm con capolini di grandissime dimensioni. Per la coltivazione di queste ultime si ricorre all’interramento dei rizomi che vanno posti a dimora in primavera e tolti dal terreno prima delle gelate e conservati in luogo asciutto. Le Dahlie di grandi dimensioni fioriscono nella tarda estate fino all’autunno inoltrato. Le dalie nane sono meno sensibili al fotoperiodo e vengono considerate piante stagionali, riprodotte per seme, fioriscono da giugno fino all’autunno. Le Dahlie non sopportano temperature al di sotto dello zero, crescono bene in terreni freschi senza ristagni idrici e vogliono il pieno sole o la mezz’ombra. La concimazione dovrebbe essere effettuata una volta ogni 15 giorni con un ternario 20-20-20 soprattutto nella prima parte della crescita. Sono piante abbastanza rustiche e la difesa antiparassitaria può limitarsi a combattere afidi, cocciniglia e mosca bianca e a volte le lumache che ne sono particolarmente ghiotte.

pianta da fiore dahlia