Le Piante Ornamentali

AGERATO
ALISSO
BACOPA
BEGONIA
BIDENS FERULIFOLIA
BRACHYCOME
CALLA
CAVOLO ORNAMENTALE
CICLAMINO
COLEUS
CRISANTEMO
DAHLIA
DIASCIA
DIMORFOTECA
EURYOPS
FUCSIA
GAROFANO
GAZANIA
GERANIO EDERA
GERANIO MACRANTA
GERANIO PARIGINO
GERANIO ZONALE
GERBERA
GIRASOLE
HIBISCUS
IMPATIENS NUOVA GUINEA
INCENSO
KALANCHOE
LANTANA
LOBELIA
MARGHERITA
NEMESIA
ORTENSIA
PETUNIA
POINSETTIA - STELLA DI NATALE
PORTULACA
PRIMULA
ROSA
SALVIA SPLENDENS
TAGETE
VERBENA
VINCA
VIOLA DEL PENSIERO

GERBERA

gerbera

Il genere Gerbera appartiene alla grande famiglia delle Asteraceae(composite) e annovera una settantina di specie. La pianta è formata da una rosetta di foglie lanceolate e tomentose, da cui si dipartono lunghi steli fiorali al termine dei quali è posto un grosso fiore simile ad una margherita. La Gerberajamesonii viene chiamata “Margherita del Transval”, perché proviene dagli altopiani del Trasnvaal posti ad una altitudine di 1100 m s.l.m. dove vive tra le rocce in zone ombreggiate. L’altipiano è caratterizzato da frequenti piogge ed una temperatura media di 16 °C. Nonostante il lavoro dei genetisti abbia contribuito a produrre centinaia di nuove varietà con caratteristiche assai diverse, l’habitatideale per la crescita della pianta è rimasto legato all’ambiente d’origine. Abbisogna quindi di un nicchia ecologica calda, dotata di una buona umidità del terreno, con buonaluminosità diffusa ma riparata dal sole diretto e dai venti. In particolare per quanto riguarda il terreno deve essere ricco di sostanza organica, ben drenato e, se possibile profondo, in quanto le radici in natura raggiungono anche un metro di profondità. Una composizione ideale del terriccio per l’invasatura della gerbera può essere quella in cui si miscela l’80% in volume di torba con 20% di perlite o argilla espansa in cui aggiungere del concime ternario con microelementi a lenta cessione. Al momento di porre la gerbera all’esterno è tenere conto che la temperatura dell’aria e del terreno sia superiore ai 16 gradi °C in quanto al di sotto di tale livello la pianta non vegeta e sotto i 5 °C rischia di morire. L’annaffiatura deve essere regolare in modo che il terreno rimanga sempre leggermente umido ma senza ristagni d’acqua che potrebbero far marcire facilmente le radici della pianta. Per preservare la pianta da pericolosi ristagni d’acqua vicino al colletto,rinvasare o trapiantare lasciando sempre la base della pianta un po’ più alta rispetto al terreno circostante. La concimazione va effettuata con un concime complesso solubile dotato possibilmente di microelementi con una buona dotazione di fosforo e potassio, da sciogliere nell’acqua dell’annaffiatoio con cui si irriga.

pianta da fiore geranio gerbera